Pubblicato in 12 March 2019

JPMorgan attende Trump ad imposta del 100% delle merci cinesi

Mentre la Casa Bianca si rifiuta di mollare la sua politica commerciale protezionistica, una squadra di analisti on the Street si aspetta che le tensioni commerciali per portare a più elevate tariffe degli Stati Uniti su tutte le importazioni cinesi, come delineato da Fortune

In una nota ai clienti il Venerdì, JPMorgan analista John Normand e il suo team hanno scritto che, mentre l’escursione alle previsioni dei prelievi sulle merci importate farà poco per le prospettive di crescita sia negli Stati Uniti e la Cina, invierà il yuan  al suo livello più debole contro il dollaro più di 10 anni. 

(Vedi anche:  Dove investire per una guerra commerciale:. Di Goldman View )

Dollaro diventa una sempre maggiore produttore di raccolti

“JPMorgan ha adottato una nuova linea di base che assume un finale di partita Stati Uniti-Cina che coinvolge 25 tariffe% degli Stati Uniti su tutte le merci cinesi nel 2019”, ha scritto Normand. “Un yuan più debole diventa parte del nuovo equilibrio.“ 

JPMorgan si aspetta che la Banca popolare della Cina di intervenire con la politica monetaria allentata, al fine di stimolare la crescita e copertura contro le perdite commercio di guerra, ma non prevede che il governo intervenendo in modo significativo per compensare la pressione al ribasso sulla valuta cinese. 

Come risultato della politica cinese, l’analista di JPMorgan si aspetta che il dollaro americano a “diventare un produttore di raccolti sempre più alto” contro lo yuan per il resto del ciclo. inasprimento anticipato della Federal Reserve di politica monetaria dovrebbe lavorare per ampliare il divario di rendimento, ha scritto Normand. 

Nel mese di giugno, JPMorgan analista Marko Kolanovic ha stimato il costo della notizia legata al commercio dei flussi a 1,25 $ trilioni di capitalizzazione di mercato persa per le società statunitensi, pari a circa i due terzi del valore dello stimolo fiscale totale. 

Andando avanti, le tensioni commerciali minacciano di mangiare in profitti delle imprese con le imprese sostanziali d’oltremare. Nel frattempo, la notizia si pone come un rischio per i mercati, indebolimento del sentimento e pesa sulle decisioni aziendali. 

Normand e il suo team hanno suggerito che la nuova linea di base sulla guerra commerciale “solleva questioni a medio termine per il mercato azionario più costoso del mondo (US) e uno dei suoi più economico (Cina).” Egli ha aggiunto che i guadagni degli Stati Uniti le stime potrebbero soffrire di un aumento dei costi a causa di nuove tariffe, e di conseguenza può innescare i “primi guadagni downgrade di Trump era”. 

Per quanto riguarda la Cina, che è caduta in un mercato orso mentre l’indice S & P 500 sale a nuovi massimi, JPMorgan afferma che il suo futuro si basa sul suo successo nel dilagare dei consumi e sostenere la crescita nei mercati chiave come la tecnologia e la vendita al dettaglio on-line. Se la quantità di moto permette up, “Attività Cina potrebbe trattenere un premio di rischio per un certo tempo”, ha scritto Normand.