Pubblicato in 12 March 2019

La Cina potrebbe obiettivo Borsa Usa Tech in guerra commerciale: Goldman

L’incertezza per quanto riguarda la direzione della guerra commerciale di Washington con la Cina e il potenziale impatto che le nuove tariffe hanno sulla crescita non è positivo per i mercati finanziari in generale, secondo lo stratega alto patrimonio netto al Goldman Sachs, come riportato da CNBC

Lunedi ‘, l’amministrazione del presidente Donald Trump ha annunciato che imporrà 10% delle tariffe su $ 300 miliardi di dollari di importazioni cinesi, efficace Lunedi prossimo, il 24 settembre Entro la fine dell’anno, i dazi sono destinate ad aumentare al 25%, ha detto Trump in un dichiarazione. In un’intervista con CNBC di “Street Signs” il Martedì, Goldman analista Peter Oppenheimer ha indicato che le misure di ritorsione da Pechino potrebbero colpire componenti per l’industria, interrompendo le catene di approvvigionamento e un peso sui titoli tecnologici rovente. 

(Vedi anche: Perché gli Stati Uniti e la Cina guerra commerciale può causare un mercato orso. )

Aspettatevi più bassi rendimenti di mercato, di profitto e margine di crescita nei prossimi anni, dice Goldman 

Oppenheimer ha dichiarato che da quando si è capito che non ci sarebbe prelievi $ 200 miliardi di dollari di importazioni cinesi, la questione sulla strada prima del recente annuncio di Washington è stata la dimensione delle tariffe. Dal momento che l’importo è in realtà meno di investitori sono stati temendo, l’analista di Goldman ha indicato che i nuovi prelievi sono già scontato in azioni. Ora, la questione principale circonda ritorsioni da Pechino. 

Dal momento che un effetto commercio diretto sul PIL dovrebbe essere “molto piccolo”, ha detto Oppenheimer CNBC, il mercato sarà focalizzata sul secondo effetto turno, tra cui quello che la guerra commerciale “fa alla fiducia, sentimento, le decisioni di investimento e così via.” Questo dovrebbe creare maggiore volatilità, incertezza e premi di rischio più elevati su attività rischiose, ha detto Oppenheimer. 

Se i cinesi vendicarsi e si vendica Trump di nuovo imponendo dazi sulle merci quasi tutti importati dalla Cina, l’equità strategist di Goldman si aspetta che l’inflazione a salire. Anche se una piccola quantità, dopo un mercato toro decennale quasi, un aumento dei costi “potrebbero condurre l’inflazione e le aspettative di tasso di interesse”, ha aggiunto. 

tariffe di rappresaglia rappresentano una minaccia per la catena di fornitura globale, in particolare per i titoli tecnologici degli Stati Uniti che hanno guidato il mercato toro, ha dichiarato Oppenheimer. 

“L’obiettivo può essere aziende tecnologiche che sono state il principale motore del mercato toro azionario che abbiamo visto negli Stati Uniti e oltre”, ha detto lo stratega CNBC. 

Egli ha aggiunto che gli analisti di Goldman visualizzare ulteriori fattori che riterrà opportuna per “dannazione” rendimenti di mercato, e più basso profitto e margine di crescita per il prossimo anno “praticamente ovunque.”

Egli raccomanda che l’equilibrio investitori ritorna in attività rischiose e essere in sovrappeso in contanti, azioni, e le materie prime, mentre il sottopeso in titoli di Stato e altri crediti. Oppenheimer ha anche osservato che le scorte dei mercati emergenti e valute sono “cominciando a guardare a buon mercato.”

Martedì scorso, Reuters ha riferito che il ministero del Commercio cinese ha detto in un comunicato che istituirà tariffe sui beni degli Stati Uniti del valore di $ il 60 miliardi di iniziare il portavoce del ministero degli Esteri il 24 settembre Geng Shuang ha poi dichiarato in una conferenza stampa che i nuovi sviluppi aggiungono incertezza colloqui tra il paesi e che “tutto gli Stati Uniti non dà l’impressionante di sincerità o di buona volontà”.