Pubblicato in 14 May 2019

Equità-efficienza Tradeoff

Che cosa è un Tradeoff equità-efficienza?

Un compromesso equità-efficienza si ottiene quando massimizzando l’  efficienza produttiva di un mercato porta ad una riduzione del patrimonio netto, come nel modo in cui è distribuito equamente la sua ricchezza. Il dibattito intorno al compromesso spesso si concentra su come affrontare crescente disuguaglianza economica all’interno di un paese o di una regione in cui l’economia e il PIL sono in crescita. La preoccupazione per alcuni è che i membri meno abbienti della società ricevono un sproporzionatamente piccola quota della crescente ricchezza. Discussione accademica di equità-efficienza ruota in parte intorno se l’equità e l’efficienza sono sempre inversamente proporzionali o se entrambi possono sorgere in una sola volta.

Takeaways chiave

  • Il trading off efficienza economica per la più ampia distribuzione della ricchezza è spesso visto come un obiettivo della società desiderabile.
  • Alcuni economisti vedono un tale compromesso come inevitabile per raggiungere tale patrimonio netto.
  • Altri economisti, tuttavia, sostengono la prova che una maggiore uguaglianza e una maggiore efficienza possono coesistere.

Definire ed equità di misura

Il termine “equità” è spesso normativo . Ciò significa che è associato ad una scuola di economia che è ideologicamente prescrittivo. Economia normativa si occupa pesantemente con giudizi di valore e le dichiarazioni di “ciò che dovrebbe essere”, piuttosto che i fatti sulla base di dichiarazioni di causa-effetto. Quella scuola si trova in contrasto con l’economia positiva , che si basa su analisi di dati oggettivi, anche se potrebbe riferirsi positivamente alla parità di risultati misurabili.

Gli interessati con l’ineguale distribuzione delle risorse economiche può sostenere politiche pubbliche per limitare l’efficienza produttiva. Lo scopo di tale difesa è quello di generare una società più equa. In queste circostanze, un compromesso equità-efficienza è o presunta o artificialmente introdotti in un mercato. I teorici dei diritti naturali, d’altra parte, possono essere più interessato con l’equa accesso alla proprietà e di auto-gestione. Questo potrebbe creare un compromesso attraverso l’uso della politica di governo coercitivo.

Definire ed efficienza di misura

L’efficienza termine gamme di significato e portata dipende in parte sul settore economico interessato. Il termine ha un significato distinto nel settore sanitario, per esempio, che si differenzia dalla efficienza dei mercati finanziari o indici di efficienza per le imprese.

Nell’analisi classica di benessere economico, efficienza totale viene talvolta definita in termini di Pareto ottimali allocazioni. In un mercato Pareto-efficiente teorica, nessuno scambio di risorse può rendere una persona migliore senza fare qualcun altro peggio.

Tuttavia, molti economisti moderni ora trascurano l’analisi di Pareto e le sue risoluzioni a somma zero. In realtà, studi recenti da tali organismi illustri come l’ OCSE , FMI e la Banca Mondiale hanno suggerito che i risultati economici e l’uguaglianza di reddito possono effettivamente aumentare in concerto. Sulla base di analisi da più paesi, questi studi concludono che i paesi con maggiore uguaglianza dei redditi tendono ad avere una migliore performance economica rispetto ai paesi con un minor grado di uguaglianza.

Una definizione più ampia e dinamica di efficienza economica, adattato dal processo di coordinamento delle risorse umane, si riferisce non solo alla quantità di beni e servizi prodotti, ma anche per la scoperta di nuovi fini e mezzi. I pionieri di identificare e misurare l’efficienza dinamica includono Joseph Schumpeter e FA Hayek . Essi hanno concluso che può essere oggettivamente impossibile confermare o rifiutare un compromesso equità-efficienza.

Il compromesso equità-efficienza è spesso associata a economia normativa che enfatizza giudizi di valore e le dichiarazioni di “ciò che dovrebbe essere.”

Il problema della giustizia distributiva

Come le società umane fuga estrema povertà, alcuni individui o gruppi tendono ad aumentare più velocemente di altri. Il problema della distribuzione gruppi giustizia-how degli individui meglio organizzare e distribuire le merci prodotte in un “solo” via-è uno dei temi più antichi di filosofia morale. tensioni strettamente correlate esistono tra uguaglianza e libertà, e tra guadagni volontari vs guadagni involontari.

Un microcosmo di questo concetto esiste nei mercati finanziari moderni, dove coloro che rischiano la più capitale può realizzare inattese molto più grande della commerciante medio. In una certa misura, un mercato finanziario più efficiente e prospera può favorire disparità di utili distribuiti.