Pubblicato in 12 March 2019

Come consulenti finanziari può regolare a Robo-Advisors

La crescente popolarità delle piattaforme di consulenza per gli investimenti on-line - altrimenti noto nel settore come “ robo-consiglieri “ - stanno mantenendo molti un consulente finanziario . Sul bordo, chiedendosi se lentamente perdere gran parte della loro attività ad un algoritmo I loro timori, alcuni dicono, non sono fondati. L’attività di gestione patrimoniale detiene circa $ 27 trilioni di in attività, ma i programmi on-line di consulenza sono già rosicchiato a tale somma.

Questi servizi di consulenza basati sul Web sono, infatti, diventati sempre più attraente per gli investitori che ritengono che il parere dovrebbe venire a buon mercato o meno di quello che l’industria della gestione patrimoniale è stato vendita per, secondo un recente rapporto messo fuori dalla Fox Financial Planning Network .

imprese di consulenza on-line in genere funzionano chiedendo nuovi clienti una serie di domande per le loro finanze, gli obiettivi, e la tolleranza al rischio. Utilizzando modelli di computer sono quindi in grado di raccomandare varie scelte di investimento che meglio si adattano quel particolare investitore. I portafogli questi programmi suggeriscono possono anche essere riequilibrato automaticamente per un extra costo aggiuntivo.

Regolazione ad una realtà Robo-Advisor

Nonostante la facilità e la crescente popolarità di queste piattaforme online, ci sono ancora molti passi che i consulenti possono adottare per assicurarsi che essi rimangano rilevanti per i clienti più giovani (che alla fine potrebbero diventare più anziani, i clienti più ricchi). Un modo infallibile è per i consulenti di abbassare le tasse che fanno pagare per i servizi di gestione degli investimenti, e che costituiscono per la perdita, aumentando le tasse fanno pagare per altri servizi, più specializzati, come la consulenza fiscale e pianificazione successoria. Questo perché le piattaforme online addebitano solo una frazione della quantità di tasse che fanno promotori finanziari. In effetti, l’industria nel suo complesso ha bisogno di diventare più trasparenti circa le pratiche tariffarie e salire a bordo con tabelle degli onorari inferiori, secondo il rapporto. 

Tradizionali società di gestione patrimoniale in genere pagare una tassa pari al 1% del patrimonio in gestione a gestire gli investimenti di un cliente e fornire consulenza sulla pianificazione immobiliare e altre questioni finanziarie, come le assicurazioni. Tasse di Robo-consulenti, al contrario, di solito provengono in circa un terzo di quella. Quindi è una curva ripida che i consulenti di ricchezza devono superare. Un altro punto sulle tasse che i consulenti devono ricordare è che l’uso di modelli algoritmici non è un fenomeno nuovo nel settore della gestione patrimoniale. Consulenti di high-net-worth clienti possono e devono tout loro uso di modelli specializzati, pure.

Mettere un Robo-Shield

L’avvento di robo-consulenti ha anche portare ad un nuovo termine del settore, “scudo robo” che è stato coniato da Deborah Fox , il fondatore della Fox Financial Planning Network. Si riferisce alla razionalizzazione, il personale e la gestione pratica cambia che le imprese dovrebbero essere attuando per proteggere il loro business dalla concorrenza che robo-consiglieri rappresentano.

Un modo Fox suggerisce che i consulenti possono creare uno scudo è aggiornando il loro uso della tecnologia per essere più efficaci e creando efficienze operative che miglioreranno i servizi client. Per esempio, lei raccomanda che i consulenti adottare tecnologie che offrono portali online per i clienti di visualizzare i loro conti in ogni momento. L’utilizzo di questi portali, consulenti troppo saranno in grado di mantenere un occhio su conti di clienti ed essere in grado di avvertire i clienti quando si possono avere bisogno di essere affrontati i cambiamenti nel loro portafoglio.

Se non è possibile battere ‘em, join’ em

Consulenti dovrebbero anche prendere in considerazione l’avvio di un rapporto con un fornitore di piattaforme consulente on-line al fine di offrire “Tier 2” servizi ai potenziali clienti che sono alla ricerca di consigli, ma che non soddisfano i requisiti patrimoniali minimi di una società di consulenza, come ad esempio i figli di clienti . Tim Welsh, presidente della consulenza consulente strategia Nexus, che ha contribuito allo sviluppo del rapporto Fox, fa notare che dal bianco-etichettare un servizio di piattaforma di robo-consulente, un consulente può essere in grado di fornire un’offerta di fascia bassa per i clienti piuttosto che avere il fornitore di piattaforme dare alcuni di questi servizi via gratis.

Uno di questi servizi è Jemstep Advisor Pro, che offre una piattaforma automatizzata impegno del cliente, onboarding e servizio. Un altro è Portafogli intelligenti istituzionali di Charles Schwab, che permette consulenti per mettere il proprio marchio sulla piattaforma digitale. È dotato di circa 200 ETF tratte da 28 classi di attività, di reporting delle prestazioni, di riequilibrio automatico, l’integrazione con i sistemi e perdita fiscale di Schwab raccolta per i conti più di $ 50.000.

Detto questo, i consiglieri farebbero bene a prendere il loro tempo nel capire i migliori servizi online per collaborare con, in quanto non tutti robo-consiglieri sono creati uguali. Per aiutare a trovare la migliore corrispondenza, le imprese di consulenza dovrebbero consultare il report Fox , in quanto offre alcune indicazioni su cui le imprese on-line possono essere le più suscettibili di squadra con un consulente.

Iniziative per migliorare la vostra attività

Il rapporto Fox Network Planning ha inoltre messo a punto un elenco di 20 iniziative “pratica che cambia”, che i consulenti possono adottare per superare al meglio la concorrenza robo-consulenti stanno presentando. Alcune di queste pratiche includono sistematizzare e standardizzare i percorsi di servizio, automatizzando le procedure di workflow, l’abbassamento del risparmio sotto le commissioni di gestione, e l’aggiunta di un fermo annuale. Altre idee buone sono abbracciare i social media, diventando noto per servire una nicchia, e la creazione di una cultura all’interno della società che mette sempre gli interessi dei clienti prima.

Un altro pensiero da tenere a mente è che in realtà è un mito che i consulenti high-net-worth e consulenti di investimento online sono avversari. La verità è che wealth manager e fornitori di servizi online in realtà rispettano la qualità delle rispettive offerte. Per il momento, robo-consulenti sono ancora in grado di offrire molti dei servizi che i consulenti umani possono offrire, come l’imposta significativo, immobiliare, assicurativa e servizi di pianificazione. Quindi lavorare insieme potrebbe essere la situazione ideale.

La minaccia è reale

Detto questo, un rapporto da MyPrivateBanking osserva che molte aziende di gestione di ricchezza tradizionali sono ancora impreparati per le minacce ora poste da robo-consulenti. Ma i numeri non mentono, e in effetti, dimostrano che sempre più attivi sono di essere divorato dalla robo-consulenti. Secondo il rapporto MyPrivateBanking, il patrimonio gestito per tutti i consulenti di investimento registrati sono ora a circa $ 5 trilioni di e robo-consulenti ora detengono circa 14 miliardi di $ di tali attività. Andando avanti, l’industria potrebbe vedere una quantità ancora maggiore di attività in movimento on-line, come le soglie conto più bassi e la crescente popolarità di piattaforme online diventato più popolare con più tecnicamente avanzati giovani professionisti di oggi. 

Abbassare le soglie di investimento

C’è anche un sempre più grande quantità di investitori che in realtà preferiscono l’uso della tecnologia o di programmi consulente basati sul Web, pur avendo risorse sufficienti a rientrare nella tradizionale categoria client high-net-worth. D’altra parte, le piattaforme online potrebbe diventare un gateway per gli investitori o “emergenti affluent” che probabilmente passare a gestori patrimoniali quando hanno più soldi da investire. È per questo che i consulenti di ricchezza possono anche prendere in considerazione l’apertura i loro servizi di consulenza per gli investitori con meno di loro soglia minima di investimento ora, come un modo per continuare a costruire il loro business.

Al momento, la maggior parte delle attività in corso nei confronti di robo-consulenti è ancora venuta da quegli investitori aprono conti nella gamma $ 20.000. E mentre è plausibile che più clienti con partecipazioni di ricchezza molto più grandi un giorno potrebbe passare anche per il modello on-line, se i consulenti possono capire i modi migliori per servire loro - offrendo approcci più specializzati e sfumata, dovrebbero essere in grado di mantenere e continuare a attirare la loro clientela tipo.

È tutta questione di relazioni

Altri modi consulenti possono continuare ad attirare i clienti è di gran unbundling dei servizi, riducendo alcune delle loro tasse, continuando ad offrire strumenti e modelli sofisticati, e incontro con i clienti faccia a faccia. Non si può mai sottovalutare il valore della costruzione di relazioni forti, in particolare quando un investitore ha una domanda circa il loro portafoglio o preoccupazioni circa il loro futuro finanziario e vuole che ha risposto immediatamente; si tratta di un consulente umano, non un programma online che sarà lì per loro.

La linea di fondo

Se consulenti vogliono proteggere le loro imprese dalla concorrenza di robo-consulenti, possono avere bisogno di ridurre i loro costi, aumentare il loro uso della tecnologia e di fornire servizi più specializzati e personali. Essi dovrebbero anche considerare che utilizzano uno dei consulenti automatizzati per i consulenti per integrare i loro servizi e si riuniscono i clienti che potrebbero essere benestanti in futuro.